Scarpe, scarpe e sempre scarpe

Sogno surrealista

In questo post vi propongo il mio nuovo, solo in termini tempo, lavoro fotografico sulle scarpe, la nuova collezione primavera estate di Mambrini.

Scarpe, scarpe e sempre scarpe

Le scarpe gioiello della collezione disegnata da Francesca Mambrini, mi hanno permesso di creare dei piccoli quadri surrealisti.
Breton, padre del surrealismo, che fu influenzato dall’interpretazione dei sogni di Freud diceva che era inaccettabile che il sogno e l’inconscio avessero così poco spazio nella civiltà moderna e pensò quindi di fondare un nuovo movimento artistico e letterario in cui il sogno e l’inconscio avessero un ruolo fondamentale.
Il surrealismo dovrebbe esprimere quella parte di noi che emerge durante i sogni, permettendoci di associare libere parole, pensieri e immagini senza freni inibitori e scopi preordinati.

gallery wordpress plugin

Con l’aiuto della mia cara amica e set stylist Arianna Marchetti, abbiamo creato delle composizioni di scarpe e oggetti: fiori, frutta, statuette, animaletti, scatole e oggetti vari convivono in un equilibrio cromatico e compositivo come in un sogno surrealista.
Ancora una volta, dopo tanti anni (più di 20) mi sono avvicinata al meraviglioso mondo delle calzature cercando nei meandri della mia creatività un nuovo linguaggio per esprimere la forza di queste piccole sculture che ci accompagnano nei momenti ‘preziosi’ della nostra vita.

Scarpe, scarpe e sempre scarpe

Quando indossiamo queste scarpe, spesso soffriamo ma ci sentiamo delle regine grazie all’altezza dei tacchi e alla preziosità delle lavorazioni.
Ho cominciato la mia carriera fotografando scarpe nell’ormai lontano 1995 e, oggi, ancora mi emoziono quando davanti al mio obiettivo svetta un tacco vertiginoso come fosse una piccola architettura, quando devo cercar di far volare, fotograficamente, una ballerina, quando devo evidenziare la finezza dei pellami.

[ di Federica Bottoli ]

    

Lascia un commento