Federica Bottoli

Federica, fotografa: la ricerca della bellezza come stile di vita.

Federica Bottoli - fotografa

Federica Bottoli nasce a Mantova nel 1970.
Frequenta la Facoltà di Architettura di Venezia dove si laurea nel 1997 con Italo Zannier con una tesi in fotografia su Lo spazio dell’architettura nelle fotografie di moda. Nel 1995 si diploma alla Sommer Akademie fur bildende Kunst di Salisburgo e inizia a sperimentare le sue capacità espressive attraverso immagini di grandi dimensioni fortemente contrastate.
L’amore per la forma e la materia, e l’interesse per le potenzialità della rappresentazione per immagini la portano alla fotografia.

Nel 1995 esegue immagini in bianco e nero delle calzature d’alta moda esposte nel Museo di Villa Foscarini-Rossi a Strà, dando prova, con una sequenza di 45 pannelli, di riuscire a interpretare questi accessori con originalità.
Nel 1997 ha inizio il suo percorso professionale con lavori fotografci soprattutto di accessori moda e persone. Gli oggetti, le nature morte e le persone si confermano negli anni i suoi soggetti preferiti. L’ordine e il rigore compositivo, derivati dalla formazione architettonica, diventano una regola stilistica, accentuata dai forti contrasti cromatici.
Dal 1996 al 1999 collabora con alcune riviste di moda ed entra in contatto con un ambiente che influirà sempre sulle sue scelte estetiche: la conoscenza della moda e del suo linguaggio è infatti alla base della sua cultura espressiva.
Dal 2000 collabora con varie aziende per la realizzazione di progetti fotografici legati al prodotto.
Il suo lavoro si sviluppa principalmente in tre campi: still life, ritratto e moda. Negli ultimi anni si è specializzata in immagini d’architettura e interior design.
Parte essenziale del suo lavoro è la ricerca finalizzata alla realizzazione di libri e mostre.